Home
A+ A A-
Cerca
Si comunica all'utenza che questo sito internet non è più aggiornato.
Il nuovo portale a cui fare riferimento è raggiungibile al seguente indirizzo:
www.comune.triggiano.ba.it
News del: 30/04/2015
News

ORDINANZA N. 52 Prot. N. 0011529/2015

 

COMUNE DI TRIGGIANO
Città Metropolitana di Bari

 

ORDINANZA N. 52
Prot.   N. 0011529/2015
 

Oggetto:
“Divieto di scarico acque meteoriche nella rete pubblica fognaria delle acque nere”.


I L   S I N D A C O
Viste:
- le segnalazioni della Società Pura depurazione S.p.A., gruppo AQP, in merito al continuo afflusso delle acque meteoriche nella rete pubblica fognaria delle acque nere, durante le abbondanti precipitazioni atmosferiche, che causano un notevole incremento della portata affluente nelle condotte compromettendo, così, i relativi processi depurativi degli impianti a servizio degli agglomerati urbani;
- altresì, le segnalazioni della Società AQP, circa gli aumenti anomali della portata nelle condotte di detti impianti, contestualmente al manifestarsi di precipitazioni atmosferiche, a causa di immissioni illecite in fogna nera, dei pluviali degli edifici privati, con conseguente fuoriuscita di dette acque nere dai pozzetti causando pregiudizio alle condizioni igienico sanitarie pubbliche;
 
Considerato che tali aumenti di carico provocano scompensi al processo biologico di depurazione, con conseguenti inconvenienti igienico-sanitari, che non può garantire il corretto ciclo di trattamento delle acque nere;
 
Ritenuto che l'A.C. dovrà intraprendere azioni di controllo allo scopo di far rispettare il divieto di immissione nella pubblica fogna nera, delle acque meteoriche provenienti da superfici impermeabilizzate di insediamenti residenziali, industriali, artigianali, commerciali e di servizio, al fine di non compromettere i processi depurativi degli impianti a servizio degli agglomerati urbani e scongiurare, altresì, conseguenti problemi igienico sanitari;
 
Considerato che è necessario intervenire con tutta l’urgenza del caso;
 
Visti:
- il D.Lgs. n. 152/06 e s.m.i.;
- i Decreti del Commissario Delegato n. 191 del 19.06.2002 e n. 282 del 21.11.2003;
- il D.Lgs. n. 267/00 e s.m.i.;
O R D I N A
Per le motivazioni di cui in premessa:
1. il divieto assoluto di scarico delle acque meteoriche, provenienti da superfici impermeabilizzate di insediamenti residenziali, industriali, artigianali, commerciali e di servizio, nella rete pubblica fognaria delle acque nere;
2. a tutti i proprietari di immobili ed Amministratori di condominio che allo stato attuale scaricano le acque meteoriche nella pubblica fogna nera, di provvedere, entro 45 (quarantacinque) giorni dalla pubblicazione della presente all'Albo Pretorio, a provvedere alla immediata dismissione di detto scarico non regolamentare;
3. trascorso il termine assegnato, ove mai a seguito di controlli risultasse la irregolarità, si provvederà all'esecuzione d'ufficio a spese degli interessati, oltre alla denuncia presso l'Autorità Giudiziaria. 

D I S P O N E
 
1. Che la presente ordinanza ha validità, ad interim, dalla data di pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune di Triggiano;
2. Che, le seguenti forme di pubblicità, al fine di assicurare la massima diffusione e conoscenza della presente Ordinanza, risultano:
- Pubblicazione all'Albo Pretorio del Comune per giorni 30;
- Affissione di manifesti;
- Pubblicazione sul sito Internet Comunale.
3. La trasmissione, a mezzo raccomandata a/r, ai seguenti Enti:
- All'AQP S.p.A., via Cognetti n. 36 – BARI;
- A PURA Depurazione S.r.l Gruppo AQP, viale Orlando s.n., BARI;
- Alla ASL Bari 4, p.zza Vittorio Veneto – TRIGGIANO;
- Al Comando dei Carabinieri di Triggiano, viale Gramsci n. 16 – TRIGGIANO;
4. La trasmissione, a mezzo Pec, ai seguenti uffici Comunali:
- Al Comando di Polizia Locale: poliziamunicipale@pec.comune.triggiano.ba.it;
- Al Settore Assetto del Territorio m.radogna@pec.comune.triggiano.ba.it;
 
S A N Z I O N I

Le violazioni alle disposizioni della presente Ordinanza comporteranno l’immediata applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25 a € 500, prevista dall’art. 7 bis del D.Lgs. n. 267/00 e s.m.i. secondo la procedura stabilita dalla L.689 del 24.11.1981 e s.m.i..

I N F O R M A

Che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) di Bari, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla pubblicazione all'Albo Pretorio, ovvero, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporre entro il termine di 120 (centoventi) giorni dalla pubblicazione all'Albo Pretorio della presente.

TRIGGIANO, lì 27/04/2015

                                                                                                                                                   

Articolo di: URP