Home
A+ A A-
Cerca
Si comunica all'utenza che questo sito internet non è più aggiornato.
Il nuovo portale a cui fare riferimento è raggiungibile al seguente indirizzo:
www.comune.triggiano.ba.it
News del: 20/12/2011
News

APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE UN ORDINE DEL GIORNO DEI CONSIGLIERI NEGLIA E LASALANDRA

Il 15 Dicembre u.s., il Consiglio Comunale, su proposta dei Consiglieri di maggioranza Neglia e Lasalandra, ha discusso e approvato a maggioranza, con 4 astenuti, il seguente ordine del giorno:
 
SOSTEGNO AL DISEGNO DI LEGGE SUI DIRITTI DI CITTADINANZA - MODIFICHE DELLA LEGGE N. 91 DEL 5 FEBBRAIO 1992 - E ALLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE SULLE NUOVE NORME SULLA CITTADINANZA - CAMPAGNA “L’ITALIA SONO ANCH’IO”
 
 
Il Consiglio Comunale di Triggiano,
PREMESSO CHE
 
- nella Convenzione Europea sulla Nazionalità conclusa tra gli Stati membri del Consiglio d'Europa il 6 novembre del 1997, ancora in attesa di essere ratificata da parte del nostro Paese, è previsto che ciascuno Stato faciliti, nell’ambito del diritto domestico, l’acquisizione della cittadinanza per “le persone nate sul suo territorio e ivi domiciliate legalmente e abitualmente” (articolo 6, paragrafo 4, lettera e));
- in Italia nascono ogni anno circa 100.000 bambini e bambine con almeno un genitore straniero;
- l’articolo 3 della Costituzione Italiana garantisce che “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.”;
- il Presidente della Repubblica Italiana ha più volte denunciato “la follia e l’assurdità dei bambini di immigrati nati in Italia che non diventano cittadini italiani”;
 
CONSIDERATO CHE
 
- in questi mesi e fino a febbraio 2012 si raccoglieranno le firme a sostegno di una legge d’iniziativa popolare riguardante le “nuove norme sulla cittadinanza” (campagna “L’Italia sono anch’io”);
- è stato depositato in Senato un disegno di legge con le firme di 114 senatori volto a modificare la legge n. 91 del 5 febbraio 1992 in materia di cittadinanza, sancendo il passaggio dallo ius sanguinis allo ius soli;
 
ESPRIME
 
il proprio sostegno alle proposte di legge su richiamate
 
IMPEGNA
 
il Sindaco e la Giunta a farsi interprete presso il Governo italiano, affinché non cada nel vuoto l’appello del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha esortato il Parlamento a riconoscere la cittadinanza ai bambini nati in Italia da immigrati stranieri.

APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE UN ORDINE DEL GIO
Articolo di: URP